logo

Stato Ambientale

Nell’ambito del piano nazionale di monitoraggio delle acque superficiali, l’Agenzia Regionale per l’Ambiente ed il Territorio ha condotto, per il periodo 2010-2012, il Piano di monitoraggio della qualità delle acque fluviali e lacustri regionali. Dai risultati si evidenzia l’invariato pesante stato di degrado in cui versa il fiume, che compromette anche la qualità ed il livello di balneabilità delle acque costiere, con notevoli danni all’ecosistema marino costiero e al turismo. A tal proposito è importante rilevare che, la carica microbica, raggiunge livelli massimi durante la stagione estiva, quando la portata del corso d’acqua diminuisce.

Data:ottobre 26, 2015